giovedì 23 maggio 2013

La Svezia e i suicidi

Circa 3 anni fa, quando mi apprestavo a venire in Svezia per la prima volta le classiche affermazioni che quasi tutti mi facevano erano: "In Svezia? Con il freddo che fa la?" e "Stai attento, la Svezia è il Paese con il tasso di suicidi più alto al mondo".
Sul freddo è vero, l'inverno è freddo, ma si sopporta tranquillamente, e visto il sole e le temperature di queste settimane, sembra quasi che faccia più freddo nella piovosa Italia questa primavera.
Per verificare l'affermazione che qui sembra si suicidino tutti invece ho fatto una piccola ricerca in internet e ho trovato sul sito dell'Organizzazione Mondiale della Sanità, il numero di suicidi per ogni 100.000 abitanti, divisi per stato.

Guardando un po' i numeri si può subito vedere che il Paese con più suicidi al mondo non è uno stato europeo, ma bensì la ricca Corea del Sud (della Corea del Nord non si hanno dati).
Il primo stato dell'Unione Europea è al secondo posto ed è la Lituania dove nel 2011 si sono verificati ben 31,6 suicidi ogni 100.000 abitanti.

La Svezia è si alta nella classifica ma non è prima, si trova al 23° posto mondiale, con 15,3 e nell'Unione Europea è preceduta da ben 8 stati oltre alla Lituania:
Ungheria 21,7
Croazia 19,7
Estonia 18,1
Belgio 17,6
Lettonia 17,5
Slovenia 17,2
Finlandia 16,8
Polonia 15,4

La cosa strana è che segue a ruota la Francia, un Paese mediterraneo quindi, e non scandinavo, con un tasso di 15,0 suicidi all'anno ogni 100.000 abitanti.

E l'Italia? L'Italia occupa il terzultimo posto della classifica dei Paesi dell'Unione Europea con 6,7.

Chiudono la classifica Cipro con 3,6 e la Grecia con 3,5.


Quindi è vero che nel sud Europa la gente si suicida meno, forse il sole e le giornate un po' più lunghe in inverno rispetto al nord Europa incidono veramente, ma sarei curioso di vedere i dati di Italia, Cipro e Grecia aggiornati, visto che di tutti e tre i Paese abbiamo dati un po' vecchi (2009 per Cipro e Grecia e addirittura 2007 per l'Italia) mentre per la Svezia ad esempio sono disponibili i dati del 2011.
Sarei curioso di vedere se la crisi che ha colpito i Paesi del sud Europa ha inciso sul dato dei suicidi, quante volte ultimamente si sentono casi di persone che si tolgono la vita anche per colpa della crisi?

Per concludere, in Svezia ci si ammazza di più che in Italia ma non è il Paese con più suicidi al mondo, e mi raccomando la prossima volta che sentite che un vostro amico va in Lituania, ricordategli che è il Paese con più suicidi d'Europa, o se volete essere sicuri, emigrate a Cipro o in Grecia, la non si ammazza quasi nessuno.

Fonte: OMS (http://www.who.int/mental_health/prevention/suicide_rates/en/)

7 commenti:

Bruno ha detto...

Tieni presente che secondo la chiesa il suicidio e' un peccato mortale, si brucia all'inferno per l'eternita'.
Un suicida non puo' ne' avere il funerale in chiesa ne' venire sepolto in terra consacrata. Spesso si preferisce evitare di dire la verita' sulla morte delle persone che si suicidano...

unitalianoinsvezia.com ha detto...

Peraltro, pare che in Svezia vengano considerati "sucidi" anche situazioni dubbie, come certe overdose, che in Italia vengono appunto categorizzate in maniera in diversa.
D'altra parte, una persona che fa la psicanalista mi disse che i suicidi sono calati tantissimo in Svezia negli ultimi 20 anni grazie ai nuovi farmaci antidepressivi...

Morgaine le Fée ha detto...

infatti! avevo scritto anch'io tempo fa un post sull'argomento, dopo che mi ero abbondantemente stufata di sentire sempre la solita storia degli altissimi tassi di suicidio in Svezia. Le osservazioni di Bruno e Daniele poi sono molto pertinenti.

Marco zuodar ha detto...

voglio vedere le statistiche del 2012/2013 in italia. i suicidi degli imprenditori e lavoratori in crisi sono cresciuti in maniera esponenziale. poi ci sono omicidi suicidi dove mariti uccidono mogli e figli e si siucidano. secondo me in italia ci sono più suicidi, mentre in questi giorni io ho 6 gradi in friuli, mentre voi ve ne andate in giro in maglietta... mi dispiace solo per i disordini di stoccolma, fossi uno svedese pretenderei che fossero buttati fuori (anche se di sceonda generazione) a calci!

Anonimo ha detto...

La Svezia è storicamente uno dei paesi con l'impianto statale assistenzialista e sociale meglio riuscito e addittato dalle sinistre di quasi tutti i paesi come modello da imitare.
La causa di tutti quei suicidi non è di certo il freddo.
Queste sono le storiche colpe del comunismo che come al solito non si vogliono guardare negli occhi giacchè guardare la verità e i problemi da cui evidentemente sei fuggito per anni, se non secoli, può essere veramente difficile.

Anonimo ha detto...

Non ho firmato l'ultimo commento.
Mi chiamo Luca Tampellini

Antonio ha detto...

Luca scusami ma non ho capito il tuo commento.
Se i suicidi in Svezia sono causati dal comunismo, in Belgio, dove il tasso dei suicidi è più alto, da chi è causato?