domenica 27 febbraio 2011

Primo addio

E così arrivato anche il momento dei saluti per il primo volontario del gruppo che ha finito il suo progetto e se ne torna a casa in Scozia.
Il mio coinquilino, il quale, nonostante abbia un carattere molto particola e sia molto introverso, devo ringraziarlo perchè se il mio inglese è migliorato come mi dicono tutti è anche grazie a lui che mi ha insegnato o corretto in moltissime occasioni.
Ieri gli abbiamo fatto una festa a sorpresa, sapevamo che lui sarebbe tornato per le 19, ci siamo fatti trovare tutti in casa, quando ha aperto la porta ha avuto la sorpresa :).
Anzi non tutti, io e altri 2 eravamo fuori per prendere le pizze e a causa di un ritardo di un paio di minuti, quando siamo usciti dalla pizzeria l'abbiamo visto che camminava verso casa.
Abbiamo chiamato in casa per dire che stava arrivando e di spegnere le luci noi l'abbiamo seguito tenendoci a debita distanza (sembravamo delle spie) e siamo entrati in casa un minuto dopo di lui, così la sorpresa è stata doppia, trovarsi tutti in casa e 3 che arrivano con le pizze calde e pronte da mangiare.
In settimana abbiamo anche pensato ad un regalo simbolico da fargli, all'inizio avevamo pensato di prendere la t-shirt come c'è anche per New York o Londra ad esempio con la scritta I love Kalmar, anche con uno spirito un po' ironico visto che a lui non è mai piaciuta veramente questa città.
Un po' di tempo fa avevo visto in un paio di negozi questa maglietta, ma ora non l'avevano più e allora la scelta è caduta su un altra t-shirt che solitamente comprano i turisti come souvenir, con il cartello attenzione attraversamento alci. Sulla maglietta abbiamo poi scritto tutte le nostre firme, in modo che avrà sempre il ricordo di questi 6 mesi passati con noi.
Domani arriva un nuovo coinquilino e alle 8 del mattino si inizia con il trasloco, si passa dalla Scozia alla Germania e dopo aver migliorato l'inglese degli ultimi 6 mesi, imparerò il tedesco nei prossimi 6? :)
L'unica nota negativa è che stamattina mi sono accorto che i francesi hanno bevuto la bottiglia di vino che avevo portato dall'Italia e che volevo regalare al mio tutor il mese prossimo quando andrò a cena con la sua famiglia. Non era un gran vino, ma la cosa mi ha dato molto fastidio, con uno ho già parlato e domani incontrerò gli altri due. E ora guai se dicono ancora che il vino francese è migliore di quello italiano... :)


3 commenti:

guido.minini ha detto...

Allora occhio al crucco!! "Italiani sempre fare kasino!!!" :D Ciao Jack!

bebetto ha detto...

bastardi francesi!
più che la vie en rose ga pias al vì ros!!

Antonio ha detto...

eheh Betto era proprio un vino rosso, spero gli sia piaciuto almeno... :)